News

Dalle infradito alle slide, la moda cambia ma l’effetto è sempre domestico

Estate che arriva, nuova moda che dilaga. I più attenti se ne saranno già accorti. Se ne saranno accorti anche i più sensibili, facilmente irritati dallo sciabattare e strisciar di piedi che ammorba le località balneari con suoni che manderebbero al manicomio anche un santo. Per arrivare al punto: le ciabattine infradito sono, all’improvviso, alquanto démodé.

Dopo averci deliziati con il loro martellante clic-clac per circa un quindicennio, dopo essere entrate nell’abbigliamento quotidiano persino in città, dopo aver modificato per sempre le abitudini vestimentarie di cool people, influencer e trendsetter, ecco, dopo tutto ciò, appaiono all’improvviso stanche e già viste, roba buona per le spiagge di serie c dove certo non si forgiano le mode del futuro. Oggi le calzature giuste a bordo piscina o sul bagnasciuga sono le ciabatte con la fascia, meglio se di gomma. Esatto, proprio le ciabatte che in genere si usano per far la doccia in palestra. In inglese, le chiamano slide.

Gli evoluti non possono avere altro quest’estate. La moda è partita oltreoceano, naturalmente, e vede tra i più fervidi sostenitori le seguitissime star del pop, Rihanna e compagnia in primis. I veri duri, e le vere dure, le portano addirittura, contro ogni senso comune, con i calzini candidi di spugna, con look che verrebbe da definire da spogliatoio. Le portano in primo luogo in città, con i bermuda e le t-shirt enormi. Rihanna, che oltre a far la cantante disegna vestiti con l’etichetta Fenty by Puma, le propone di gomma trasparente, in delicatissime nuance pastello, anche per ragazzotti muscolosi che non hanno paura di un po’ di rococò metropolitano. Slide e ciabatte di ogni genere si ritrovano poi in tutte le collezioni. Gucci ha dato l’abbrivio. Oggi si va dallo streetwear di Palm Angels all’eleganza un po’ ruvida di Balenciaga.

L’effetto è sempre, invariabilmente, domestico, genere prepensionamento o vacanze intelligenti, ma la bruttezza deliberata è parte del gioco. Il brutto artistico è cool, e c’é davvero poco da scherzare. Per quel che riguarda i rumori molesti sul lungomare, invece, il miglioramento rispetto alle infradito è minimo.

About Albertina Marzotto (49 Articles)
Esperta di moda e giornalista di costume. Ex Product Manager del Gruppo Marzotto. Autrice del libro "L'abito fa il monaco?" edito da Mondadori.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*